febbraio 16, 2007

Spegnete qualcosa, magari le sigarette

Stasera è la sera delle luci spente. Sarebbe a dire che una trasmissione radio ha deciso che si possono spegnere simbolicamente le luci (ma solo quelle non indispensabli) per 5 minuti. L'agip, che non vende candele, ha approfittato della crescente letteratura socio-economica sulla responsabilità sociale dell'impresa, per ri-farsi la faccia con pubblicità iperinvasiva sui siti del corriere e della repubblica. Siti che si sono fatti defacciare a pagamento per farci prendere coscienza con lo spegnimento dei nostri pixel. Non così drammatico, direi.
Adesso scendo, anche i ciclisti urbani partecipano alla mobilitazione politico radiofonico energetica. E io approfitto per farmi un giro. Finalmente sembra una serata fresca, non dico invernale, ma fresca. Per me è importante, per tornare a casa si fa una strada in salita, si chiama via Gennaro Serra. A farla in bici fa un certo effetto.

Addenda al rientro (2)
1) Una conferma del perché questa porca città mi ha stregato, è cafonissimamente tetragona. "Sgaso un po' di più", altro che "M'illumino di meno". In giro nemmeno un lieve abbassamento di lampade, anzi. Si vocifera che abbia abbassato le luci Feltrinelli (entità allotropa e anche lei con la responsabilità sociale). Per il resto, sfarzo. Giusto che sia così: le lampadine non c'entrano quasi nulla col risparmio energetico. Per questo l'agip sponsorizza i cinque minuti soffusi. Mica dice: oggi andate a comprarvi le sigarette a piedi. Oppure stasera mettete una coperta di più. No. Impapocchia sui carburanti eco-compatibili e sull'ottimizzazione della combustione.
2) E la società della conoscenza? E la rete? Non era nata anche in seguito all'aumento dei costi energetici? Bene guardatevi questo rapportino sui consumi elettrici legati a internet. Sono più che raddoppiati nel mondo dal 2000 al 2005. Per questo Google sta impiantando server farms nei pressi di centrali nucleari e di grandi fiumi (sapete, il raffreddamento). Che ne dite di una nuova eco campagna: Not-Always-On. (in omaggio: Ti-Cechi-Meno)

8 commenti:

Lettore occasionale ha detto...

Concordo con questa campagna del not-always-on.
Ma ritengo che i primi a doverla fare siate proprio voi bloggers.
Quindi insomma tu per primo.
Noi lettori dovremmo venire subito dietro.
Anche se in fondo, come tu sottindendi, l'unica cosa da spegnere davvero sono le automobili...

e.r. ha detto...

Caro occasionale,
innanzitutto blogger lo vai a dire a tua zia e poi, aderendo al NAO (not-always-on), ho pensato che ti rispondo domani. Ciao

Gianluca Parravicini ha detto...

Dal momento che è in atto da tempo una campagna finalizzata a spegnere le coscienze, qualunque iniziativa antagonista alla sopraccitata merita la giusta considerazione. Anche se mi sembra poco lungimirante prendersela con le povere e innocenti lampadine, del resto basta semplicemente svitarle per renderle inoffensive a qualunque tentazione luminosa. Forse è sufficiente abbassare lo sguardo verso la fumosa sovranità dei motori a scoppio che regnano oligarchicamente sotto i cofani dall’epoca della poco catalitica e molto catarchica Ford T. Non esiste sulla terra dittatura più longeva. Non escludo che anche per noi sia sufficiente svitarci per renderci inoffensivi davanti a qualunque tentazione petrolifera….
Ciao

llutor ha detto...

Io stacco addirittura il cavetto di alimentazione dell'hub USB. Per dire. Forse lo faccio per mitigare i sensi di colpa che mi attanagliano con i miei quasi 10 minuti di phon a doccia. Anche se poi cio' pure le lampadine a fluorescenza... ma quelle solo da quando sono guarito dalla sindrome di Artemide.
Certo che voi bloggher pero'...

Il Cordiale ha detto...

Mah...

e.r. ha detto...

Cordial, bentornato! La vedo un po' laconico. Tutto bene? Spegne anche lei?

fzzzzzzz ha detto...

Dal tuo post sul Fon sono risalita questo che incollo sotto: ora addirittura lo mandano gratis.
Ci spieghi un po' le implicazioni?
Io venerdì ho cenato a lume di candela.
Stammi bene
Fzzzzzzz
"Special Offer Conditions
This Special Offer is valid until Saturday, March 31st, 2007 and limited to 10000 units and to people who register or are already registered as Foneros. This Offer is limited to one router per user and shipping address who are residents of the USA. You will not be eligible for this Offer if you have previously purchased a subsidised La Fonera at www.fon.com.

Once FON has confirmation that you have registered as a member of our Community, we will send you the La Fonera for free (shipping costs and sales tax are included). Once you have received your La Fonera, your will be required to install the La Fonera and maintain it activated within the FON Community. If for any reason you are not able to do so, we ask that you kindly pass the La Fonera onto a friend who wants to share WiFi as a Fonero.
FON will publish your location on the FON maps that highlight the FON Community’s Access Points. Your personal data will be handled in accordance with the FON Privacy and Data Protection Policy that you will accept or have accepted when registering with FON. The FON Privacy and Data Protection Policy complies with the Spanish Organic Act 15/1999 entitled the Personal Data Protection Law and the UK Protection Act 1998, their corresponding regulations and other relevant legislation.
On our website www.fon.com you can find all of the necessary information for installation and registration of your La Fonera."

pedalatore non occasionale ha detto...

Esimio collega,
è da un po' che la osservo ma è la prima volta che mi affaccio da questa sua finestra sul cortile del mondo.
A parte tutte le considerazioni sul risparmio energetico che finché rimangono a livello verbale rappresentano solo un grande spreco di energia vocale, ci sarebbe piaciuto conoscere qualche particolare in più, magari in video, della sua (credo molto eccitante) uscita notturna col famigerato gruppo dei cicloverdi "terrore" di tutti gli automobilisti napoletani.
Per quanto riguarda Via G.Serra sono perfettamente d'accordo con lei: A farla in bici fa un certo effetto (soprattutto quando di notte ti tamponano da dietro e ti buttano per l'aria scassandoti per giunta un cerchio!)
Ossequi