febbraio 05, 2007

Comunismi

Mikhail Gorbachev, l'ultimo presidente dell'Unione sovietica, ha chiesto a Bill Gates, l'attuale presidente di Microsoft, di aiutare Alexander Posonov. Questo insegnante rischia di passare cinque anni in una prigione siberiana per aver acquistato per i suoi studenti pc con windows contenenti software non originale (in inglese pirated). (dal Seattle Times)
Ma pare che aggiornandosi a Vista non si corrà più questo problema: installare software non originale pare che sia molto difficile. Staremo tutti più tranquilli. Anche chi per formare di fatto consumatori di Microsoft o di Spss ecc. è pagato dallo Stato e con i soldi pubblici deve pagare, se sussistono i fondi, le licenze.
Nel frattempo i sondaggi (per modo di dire) organizzati da Corriere e Repubblica riportano finora un risultato molto netto. Che sia una buona occasione per la diffusione di software libero? Per esempio Linux per esseri umani?
Dalle parti di Redmond si sta dando un certo peso all'opinione dei bloggers. Allora hanno pensato di regalare una settantina di portatili Acer "Ferrari" ai bloggers amici perché dessero un giudizio di Vista. Una cosa del genere in America è oltre il limite della correttezza e David Pogue ricorda sul NYT che è una lunga storia quella delle pressioni indebite di MS sui media.

Mentre scrivevo queste banalità, ho ritrovato la notizia su Repubblica. Ma ovviamente, mai uno straccio di link. Io invece lo metto, tiè.

6 commenti:

nello ha detto...

Fregato sul tempo!
Volevo fare bella figura e invece....
Vabbè allora le dico, caro Max, che invece qualcosa si muove, eccome!
La cna di Milano ha deciso di donare ai propri affiliati un cd con software liberi e proprio in occasione del lancio di Vista
qualcuno sta organizzando un Happenning anti ms!
Ubuntu e company sono sempre più apprezzati perché semplici da usare. Ma per chi usa ancora Windows consiglio Open Office,suite comoda che contiene gli equivalenti di Ms Office con il vantaggio di auto aggiornarsi. E non dimentichiamoci di Gimp,il photoshop de "no altri"....

Fabio Maiolo ha detto...

Mi sa che è la volta buona che mi converto anch'io ad un sistema operativo alternativo a Windows. Peccato che non esista un Linux per esseri umani che non parlano l'inglese. O forse esiste?

Tekno DMNK ha detto...

Sono più che d'accordo, mi sa che l'uscita di Vista riuscirà a convincermi a passare ad un s.o. alternativo. Purtroppo per quanto riguarda la pubblica amministrazione la vedo dura... Hanno già grossi problemi ad usare Windows...

Anonimo ha detto...

Personalmente è più di un anno che uso UBUNTU (dopo averne usati a decine..Fedora, Knopils, Mandriva etc). Quando decisi di installarlo sul mio pc e provai a chiedere consigli tutti mi sconsigliavano di fare questo passo...troppo complesso, non si configura facilmente, non legge quello che viene fatto da win. Luoghi comuni.
Non ho mai avuto problemi con l'OS Ubuntu. Inoltre ci sono decine di software che corrispondono esattamente alle esigenze di qualsiasi professione. Dall'AutoCAD degli architetti (QCAD per linux) all'SPSS per i sociologi (PSPP per linux).
Un Esempio:
Nell'aula dottorandi facemmo richiesta di nuovi sistemi operativi...si ma circa un anno e mezzo fa. Nessuna risposta. Così decisi di installare UBUNTU Dapper sui pc. Ora a distanza di 5 mesi i miei colleghi del dottorato lo usano e molto di loro sono passati all'open source, enucleandomi ogni giorno le magnificenze del sistema.
Una realtà "alternativa" esiste da un bel pò...tutto è cominciare.
Disponbile a consigli di ogni genere dal partizionamento all'installazione sia del sistema che dei programmi.
Tommaso Ederoclite

e.r. ha detto...

Grazie a Tommaso e agli altri.
Resta inteso che, siccome siamo contro la pirateria e anche contro il disinvolto utilizzo della parola "pirata", adesso organizzeremo periodiche micro eventi pubblici a sostegno di queste politiche attive per il contrasto della pirateria.
P.S. Domenica sera ho proiettato un regolare dvd di "Gremlins" ai miei figli, ma c'erano anche tre loro amiche. Avrò violato? E quanto?

nello ha detto...

Mamma mia...
Ma come è possibile che qua non si sappia che Linux è internazionale?
Esistono versioni in ogni lingua e persino dialetti...
Vero è che le varie comunità on-line altro non sono che club di fanatici ma alcuni siti da cui si possono scaricare i vari Os linux sono ben fatti e offrono assistenza...
Per quanto riguarda la pubblica amministrazione esiste una normativa europea sull'uso dell'OP!
Credo proprio ,caro Max, che dovrò lavorarci su molto, no?