novembre 14, 2005

E il mio computer è andato a remengo

Finalmente una buona scusa per rimanere sulle mie e non scrivere per un po'. Una di quelle scuse apocalittiche che si immaginano da piccoli quando si ha paura di essere interrogati e si pensa che se ci fosse un bel lutto familiare, magari una zia lontana, non solo si scampa alla prof, ma ci si guadagna anche un po' di attenzione.
Bene, ho avuto un lutto, una specie di lutto.

Ben Aitan, il mio fido computer, sta male, molto male e forse è morto.Perché si chiami così è una storia lunga, di dinastie di computer, ma a stare male invece ci ha messo un nanosecondo. Ha sfarfallato appena appena e poi s'è accasciato, zitto e buio. E' successo venerdì notte e stamane l'ho portato in clinica. Il processore è saltato, fulminato, kaputt. L'hard disk dà invece alcuni degni di vita vegetativa. E' stato asportato e adesso aspetta di essere reimpiantato dal dott. D'Andrea, uno specialista di emergenze.
Stamattina cercavo consolazione dagli amici e Gianfranco, che studia il reincanto, il neoarcaismo nella società contemporanea, mi ha chiesto dove fosse l'anima del computer. E' nell'hard disk o nel processore? Se torna a funzionare con un nuovo processore, sarà sempre Ben Aitan? Oppure sarà Dolly Aitan? Che ne pensate? (se pensare è un verbo adatto a queste cose)

8 commenti:

InfoIT ha detto...

cito Dick che in un suo libretto "se vi pare che questo mondo sia brutto" dice:
"... dalla ruggine veniamo. E un altra macchina, in punto di morte sospirera di rimando: " E alla ruggine ritoneremo". E la pace si diffondera sul nudo paesaggio percorso dall'ansia. ..."

Ma la reincarnazione (forse rimacchinazione o reinstallazione) esiste nel mondo parellelo del digitale e quindi "Ben Aitan" rinascera più bello. ma in cosa si trasformera'?? un 15 o un 17...

Anonimo ha detto...

Ben Aitan è andato così come andati son Aitan e Aitanino.
E' morto il re evviva il re
Morto un papa se ne fa un'altro e così via altre caz...
Il fatto è che se ne vanno anche gli euri!!!!
Altro che anima
Enjoy Apple
PS
Alla domanda cosa preferisci Mac o Pc la risposta resta sempre che mi fanno schifo entrambi (sempre gli uomini li fanno)

FDS ha detto...

Sarà arrivato il momento di un grande IBM? Come profeticamente indica la foto......
In bocca al lupo!
FDS

Anonimo ha detto...

Complimenti prof. lei è troppo avanti =)
...e si faccia coraggio, infondo un hard disk è pur sempre un hard disk, il suo pc tornerà, come prima, più di prima...=)

Saluti
W

Dada ha detto...

Il computer è di chi lo usa. L'anima ce l'ha solo lei, aspetti solo di trapiantarla in un nuovo computer... appena può.
Ciao prooooffffff! :)

Anonimo ha detto...

ma allora dobbiamo farle le condoglianze??!?
comunque a questo punto Aitan è pronto per la donazione degli oragani...se fosse un essere umano potremmo chiederci se esiste la memoria d'organo, ma il fatto ke in questo caso l'organo sia l'hard disk c facilita la risposta..
concludo ke Aitan che tornerà prof!quindi niente condoglianze, ma pronta guarigione...
vi aspettiamo in aula, entrambi!

e.r. ha detto...

Ben Aitan rivive e risponde ai vostri commenti commossi. Non che sia proprio in salute: si è transumanato. Vive di nascosto e di notte (adesso) nel processore della macchina della madre dei miei figli.
Perifrasi parentali a parte la cosa che si è rotta -di brutto- è la scheda madre, il cui nome era Aitansson.
Ben Aitan, il disco col system, è stato salvato e trapiantato in un case firewire dal prof.D'Andrea. Con osx si può scegliere all'avvio da quale disco caricare il sistema e quindi di notte Ben Aitan, con tutte le sue preferenze e idiosincrasie, si reincarna-reinscherma in un monitor più piccolo. Nel frattempo una scheda madre è forse in viaggio dall'Olanda a Fuorigrotta. Quale dei due paesi è più basso?

massy ha detto...

Se l'anima tecnologica risiedesse in un componente del computer, allora la nostra risiederebbe in un organo..e quindi il trapianto di un organo potrebbe pericolosamente trasformarsi dalla nostra salvezza alla nostra dannazione eterna..
..certo se l'anima prescindesse da ogni referente materiale (organico o metallico che sia) allora la questione diventerebbe più complessa.. rimando a film belli e agghiaccianti come A. I. - Intelligenza artificiale e Toy story - Il mondo dei giocattoli, :)
o bè ai libri di Isaac Asimov!