maggio 22, 2007

Wilfing with the addictive aNobii

Ha ragione Granieri: ha un bell'effetto addictive. Ovvero ci si perde facilmente tempo senza accorgersene. Quello di cui tutti sentivamo il bisogno. Non bastava il wilfing.
Fine del grammelot.
Però è vero che è una idea finalmente funzionante per condividere quello che più di ogni altra cosa si vuole e si teme di condividere: i libri. Sul web è possibile condividere foto, preferiti, musica, video, presentazioni... tutto. Ma non era ancora arrivata l'applicazione che permettesse di allineare on line i propri libri e di vedere chi altro ne condividesse il nostro sintetico o più articolato parere. Si chiama in un modo impossibile: aNobii. Ma a parte questo sembra funzionare e bene e ho facilmente costruito il mio scaffaletto di nove libri.
Pubblicare liste di libri, liste che quando hanno particolari caratteristiche alcuni chiamano "bibliografie", è una cosa che almeno a me sembra di notevole interesse, forse anche superiore alla pubblicazione delle playlist musicali.
Così David Weinberger di cui è appena uscito Everything Is Miscellaneous (che non ho letto), ne ha pubblicato la bibliografia su LibraryThing, una cosa simile, partita prima, ma apparentemente più macchinosa.

7 commenti:

v_a_l_i_x ha detto...

che bello! Vado subito a costruirmi il mio scaffaletto!

daniela ha detto...

pericolosissimo ... (visto il tempo che uno già passa)
temo che cederò presto!

fzzzzzzz ha detto...

Ci ho provato, con aNobii, ma non mi chiede nickname, mette nome e cognome. Allora non glielo confermo con l'e-mail, sennò il brivido dell'anonimato va a farsi friggere!
Già ci si è messo Bartezzaghi (vedi lessico e nuvole del 27 marzo, eh eh)

e.r. ha detto...

@ fzzzzzzz
signora, le assicuro che il suo rispettato nome rimane celato. Quando le chiede il nome deve mettere il suo: fzzzzz!
Bartezzaghi di marzo me lo sono perso e non si trova più (leggi non ci riesco). Ciao

Il Cordiale ha detto...

Validissimo.
Non so quanto senso abbia catalogare i propri libri, soprattutto in termini di utilizzo del proprio (poco) tempo libero. Però fa molto aristointelletualfreak.
Temo già per quando scoverà quello per catalogare i propri cd...

fzzzzzzz ha detto...

Eccoti il link!
(son soddisfazioni)
http://www.repubblica.it/2003/g/rubriche/lessicoenuvole/27-marzo/27-marzo.html

fzzzzzzz ha detto...

Ci andava stretto; ripeto:
http://www.repubblica.it/2003/g/
rubriche/lessicoenuvole/27-marzo/
27-marzo.html