giugno 15, 2006

Cose serie e cose tragiche

Osservare con cura questo esercizio di schermo da tavolo (tabletop), interfaccia gestuale (gesture touchscreen(?)), comandi vocali (speech recognition) capace di distinguere diversi utenti (multiuser). Guardate, sognate e sperate di poterci giocare anche voi.





Nella stessa collocazione spaziale e temporale (qui e ora) in cui vedevo questi due ragazzi divertirsi, qualcuno mi ha chiesto come fare per riprodurre in fretta un database su 500 cd da portare al convegno mondiale di sociologia.
Cinquecento cd. Da portare in aereo. Magari ne bastano meno, ma se poi ne manca uno facciamo brutta figura.
Al convegno mondiale di sociologia. Brutta figura.
Quanto peseranno 500 cd ognuno confezionato con la sua bella scatolina trasparente? Quanto si pagherà di trasporto in aereo taxi e smadonnamenti per portare al massimo 700 megabyte per 500 volte? E quanto pesano 700 megabyte?
Se poi gli chiedono se da noi in Italia è arrivata internet, cosa gli dicono?
Telefono in Italia alla mia segretaria, che si informi e mi faccio mandare un fax con la risposta al più presto? Poi la fotocopia gliela mando tramite un amico che so che verrà dalle sue parti a settembre? D'accordo?

Nel frattempo tutti parlano di internazionalizzazione dell'università italiana... e se leggete cose un po' radicali come quelle di Luigi Guiso, non meravigliatevi. E siccome conosco il mio paese, non meravigliatevi se poi metteranno in pensione anticipata me prima del collega che vuole trasportare i megabyte coi facchini.
Intanto vi ho rifilato il mio primo post con la tv a colori. Scusate se è poco e scusassero quelli che vanno a 56K.

5 commenti:

luciano ha detto...

Google Hearth e Warcraft III. Nessun accenno a come ques'accrocco possa aiutare me a gingillarmi con lo strumento cerotto di Photoscio'. Nè tantomeno sulla rapidità con la quale la solerte segretaria potrebbe aggiornare i dati del suo spreadsheet. Io sono basito. Insomma, il miglior aggiornamento di GH dà il mio quartiere fotografato a DUE anni fa! E Warcraft non mi piace! Però vorrei un motivo valido per rovesciare un intero bicchiere di diet coke sullo schermone/tastierone/mouse.
Per i 500 CD... fateli duplicare a Durban. In alternativa un biglietto da visita cartaceo con un solo URL... cinquecento pezzi sono un pacchetto cosi' piccolo... e potrei stamparli io ;-)

Anonimo ha detto...

350 gigabyte di dati?
Alla faccia se pesano!
non fisicamente , ma sulla "pelle" di chi dovrà sorbirseli!
oltretutto è una pila bella alta....
usare 2 hard disk esterni usb 2.0 da 180 dal peso di 5 kg; la marca non la metto ma con 200€ se la cavano.. e anche con il peso bagaglio aereo!
nello ;)

Anonimo ha detto...

Ma il nome di sto genio ceh ha fatto la proposta. Dai prof...dicci chi è...

Anonimo ha detto...

La storia dei CD. La mia idea alternativa è questa: si fa un'immagine del CD-Rom scaricabile direttamenta da un sito e invece di perdere tempo a duplicare, ci si impegna a pubblicizzare.

Questa vicenda è sintomatica di un attaccamento alle "cose" e all'attribuzione di valore alle cose in sé e non al loro contenuto, mi spiego: nell'accademia l'oggetto dal valore supremo è il libro; già il CD-Rom rappresenta un surrogato degradato del libro, figuriamoci l'immaterialità per definizione (una sequenza di informazioni elettroniche scaricabile da internet e che ognuno utilizza come gli pare). E questo è sorprendente visto che proprio nell'Università da sempre si lavora con Il prodotto immateriale per definizione le Idee.

Anonimo ha detto...

Voglio giocarci anche io con quel coso, me lo faccio regalare a natale!

Cmq sinceramente mi prenoterei come facchino! Porterei gratis anche una tonnellata pur di essere in Sud Africa dal 23 al 29 luglio!
Ovviamente non voglio appizzarci un centesimo, ci mancherebbe altro :D